Vendere casa nuda proprietà

23 Luglio 2021

Vendere casa nuda proprietà

Ti è mai capitato di pensare che potresti vendere casa tua però continuare a viverci dentro?

Sì, questa opzione è possibile e si chiama vendita della casa in nuda proprietà.

Ne avevamo iniziato a parlare con un altro articolo, nel quale puoi trovare un’introduzione su questo argomento.

Oggi vorremo approfondire ancora di più questo tema. Quindi mettiti comodo e resta concentrato fino alla fine dell’articolo. Andiamo a scoprire ancora più a fondo la nuda proprietà.

 

Breve riassunto della nuda proprietà

Vendere la casa in nuda proprietà significa mantenere il diritto di usufrutto, ovvero un diritto che viene esercitato sul bene e non sul proprietario. 

Solitamente sono le persone più anziane e utilizzare questo strumento, il quale permette di ricevere una liquidità immediata e potersi così permettere uno stile di vita migliore. Senza però dover perdere la propria abitazione. Una soluzione che però viene sempre più spesso utilizzata da chi ha figli ancora piuttosto giovani, con lo scopo di potersi godere una certa tranquillità economica. 

 

Nuda proprietà: chi la vende e come funziona

La vendita della nuda proprietà è il passaggio inverso rispetto alla vendita dell’usufrutto. È possibile infatti che una persona decida di vendere la nuda proprietà e non l’usufrutto della propria casa. Con la nuda proprietà il proprietario ha il diritto di abitare l’immobile fino alla morte, nonostante il proprietario vero sia un altro. Quindi può viverci dentro fino a quando non scade l’usufrutto, che può equivalere alla durata della vita del proprieario.

 

Il primo proprietario ha naturalmente il diritto di vendere la nuda proprietà di un bene, e successivamente anche il secondo proprietario, il quale potrà rivendere la nuda proprietà del bene, sempre rispettando l’accordo di usufrutto iniziale. Facciamo un esempio pratico.

Il dottor Rossi vende la nuda proprietà dell’immobile alla signora Bartezzaghi. La signora Bartezzaghi deve rispettare la scadenza dell’usufrutto e permettere al dottor Rossi di continuare ad abitare l’immobile. Successivamente la signora Bartezzaghi può a sua volta vendere la nuda proprietà dell’immobile, sempre però rispettando l’accordo di usufrutto che ha con il dottor Rossi.

 

Vantaggi e svantaggi per l’acquirente

 

Come promesso, andiamo a indagare più a fondo in questo tema. Iniziamo vedendo quali sono i vantaggi e gli svantaggi per l’acquirente di una nuda proprietà.

 

Vantaggi:

  • Acquisto dell’immobile a un prezzo basso
  • Possibilità di programmare ristrutturazioni con calma

Svantaggi:

  • Opzione non idonea per chi ha bisogno di vivere immediatamente nell’immobile acquistato
  • Spese straordinarie di manutenzione, soprattutto per immobili vecchi

Vantaggi e svantaggi per il venditore

Ora passiamo dalla parte del venditore e scopriamo quali sono gli aspetti positivi e quali i negativi nel caso in cui si decide di vendere la nuda proprietà.

Vantaggi:

  • Riceve una somma di denaro che può permettergli un migliore standard di vita
  • Può abitare l’immobile senza problemi fino a quando è in vita
  • Ha la possibilità di inserire nel contratto una clausola per richiedere un corrispettivo mensile per specifiche spese

Svantaggi:

Deve pagare tutte le tasse dell’immobile, come IMU, TARI, ecc…

Il costo delle manutenzioni ordinarie sono sempre a suo carico 

Siamo arrivati al termine di questo articolo. Abbiamo scoperto insieme cosa significa acquistare una casa con la nuda proprietà, quali sono le categorie di persone che decidono più spesso per questa opzione, abbia visto degli esempi pratici e infine quali sono i vantaggi e gli svantaggi per il venditore e per l’acquirente. Se c’è qualcosa che non ti è ancora chiaro e avresti bisogno di ulteriori delucidazioni, contattaci subito. Clicca qui e saremo lieti di darti una mano.